L’opportunità di utilizzare l’advertising in Politica. Il sogno che diventa realtà.

Che negli ultimi anni, pian piano, vi sia stato uno scollamento tra le istituzioni, la Politica, e la collettività, è ormai un fatto certo, incontestabile. Le cause sono molteplici, e spesso sotto gli occhi di tutti; ma a nostro parere, un ruolo fondamentale è stato giocato anche da altri 2 fenomeni: 1) dalla tardiva diffusione delle nuove piattaforme multimediali come strumento per relazionarsi con la collettività; 2) da un utilizzo errato di tali piattaforme.

Per anni, nonostante la totalità delle nuove generazioni convergeva in rete, s’informava e dibatteva, spinta da una fame d’informazione, dalla volontà di condividere idee e stati d’animo e dalla volontà d’interagire, la politica e le istituzioni pubbliche si sono trincerate dietro le tradizionali piattaforme di comunicazione monodirezionale. Offrendo solo in certi casi spiragli e timide aperture.
Nell’ultimo periodo, in scia con la campagna elettorale americana, con l’operazione condotta dal M5S in Italia, anche i partiti e i singoli politici hanno iniziato ad adottare in massa la Rete come piattaforma strategica per la propria comunicazione. Questa convergenza è una condizione necessaria ma non sufficiente. Per poter produrre dei risultati positivi è necessario tener conto del linguaggio, delle logiche e delle regole del contesto nel quale ci si muove.
È necessario partire da una serie di presupposti e aver cura di certi dettagli, per poter interagire in maniera adeguata con le persone, ad esempio: 1) essere online può significare avere la massima visibilità ma questo porta con sè anche il dare la possibilità a chiunque d’intervenire e di rispondere su qualunque cosa viene detta; 2) l’idea di dover scrivere, per interagire, per piacere a tutti i costi, va in netto contrasto con la traccia storica che rimane; pensate ai social network (ogni parola detta o qualunque posizione presa rappresenta una parola o una posizione che probabilmente dovrà essere difesa), ecc.
L’opportunità che la comunicazione in advertising può rappresentare per chi svolge la funzione Pubblica e Politica, è rappresentata dalla possibilità di relazionarsi prima per comunicare dopo con la collettività di riferimento, sapendo prima e in maniera certa chi sarà il destinatario di tale messaggio. Quindi una comunicazione che può impattare già dal primo momento, in quanto tiene conto delle caratteristiche del soggetto che dovrà ricevere il messaggio, ovvero: della sua età, del suo lavoro, delle sue abitudini di comportamento, delle sue problematiche e del tipo d’informazioni alle quali è interessato.
Dalle elezioni Americane è emersa la grande opportunità di comunicare con l’elettorato in un nuovo modo, ovvero la cosiddetta strategia a Doppio Schermo: 1) Dibattito sui Talk Show; 2) su Twitter; le frasi, gli slang che durante il talk show impattano maggiormente nel pubblico si riversano nel web creando delle tendenze e dei dibattiti online che rafforzano l’immagine del candidato.
Naturalmente questa nuova operatività non si sostituisce in alcun modo alla tradizionale attività politica e comunicazione politica ma utilizzando una strategia sinergica e multicanale, può rappresentare l’opportunità di instaurare un rapporto costruttivo e positivo con il proprio elettorato di riferimento.

GLOCAL ADV

Prova lo strumento di targeting online


Selezione del Target con lo strumento GlobLocal.

Avvia la tua campagna pubblicitaria in Advertising profilando con precisione il target di riferimento del tuo business.

Abbatti i costi pubblicitari aumentando le conversioni.

Twitter LIVE stream

I nostri ultimi Tweet



RT @mikicanna: #mining https://t.co/ZcT6Kt8VOz
Twittato il 30/07/2020 alle ore 17:18

Proudly developed by Netdesign